Sarde a beccafico con arance di Ribera DOP

Sarde a beccafico
Ingredienti per 4 persone
500 g di sarde freschissime
Arance di Ribera Dop
1 cucchiaio di pinoli
50 g di pane grattugiato
1 cucchiaio di uvetta di Corinto
½ limone
1 cucchiaio di prezzemolo tritato
30 g di caciocavallo siciliano semi stagionato grattugiato
Olio extravergine di oliva
Mezzo bicchiere di vino bianco secco
Pepe
Sale
Preparazione
Squamate le sarde, privatele della testa ma non della coda. Tagliate tutte le pinne senza dimenticare la dorsale, quindi apritele a libro e diliscatele con delicatezza senza romperle. Controllate di avere rimosso tutto ciò che non è polpa pulita quindi lavatele con delicatezza e mettetele a scolare ben distese, senza sovrapporle.
Mettete ad ammollare l’uvetta. Tostate appena i pinoli in un padellino con un filo di olio.
Mettete in una ciotola il pane grattugiato, il prezzemolo tritato, la scorza di arancia, il caciocavallo grattugiato, 2 cucchiai di olio, il succo di mezza arancia, il sale, il pepe. Mescolate bene.
Pestare grossolanamente i pinoli tostati nel mortaio. Su ogni sarda mettete dalla parte del ventre un po’ di farcia e un po’ di pinoli e qualche uvetta. Avvolgetele a formare un cilindretto lasciando la coda verso l’alto, che imiti un uccellino.
Posizionate le sarde una accanto all’altra in una teglia unta di olio e separandole con mezze fette di arancia (cioè tagliate a mezzaluna) con tutta la buccia alternate a fette di alloro. Salatele, irroratele con olio e il mezzo bicchiere di vino.
Mettete in forno a 180 gradi e cuocetele per i primi 10 minuti coperte da carta da forno o da un foglio di stagnola. Poi continuare la cottura per altri 10 minuti a teglia scoperta.
Servite decorando con le stesse fette di arancia usate in cottura.

Nessun Commento.

Lascia un commento