L’Arancia

Si deve agli arabi l’arrivo dell’arancia in Sicilia. Questa pianta dall’aspetto splendido e dalla celebre fioritura profumata viene poi diffusa in tutta l’Europa come pregiata e delicata specie ornamentale. L’albero di arancio è longevo, vive anche un secolo, i suoi frutti sono ricchissimi di vitamina C. I profumati fiori d’arancio prendono il nome di “Zagara” antica parola araba che significa: “Splendore scintillante”.

I benefici delle arance

L’arancia è una vera e propria bomba vitaminica, utilissima non solo per il suo potere antiossidante, ma anche per stimolare l’attività cerebrale, favorire la digestione, alleviare i dolori di stomaco, depurare l’organismo ed assicurare un effetto calmante. Le arance contengono le antiocianine (antiossidanti) molto utili per proteggere la vista e indispensabili per una dieta salutare in quanto forniscono tantissime vitamine del gruppo C che servono a combattere raffreddori e forme influenzali, oltre ad essere degli ottimi antiossidanti combattendo l’invecchiamento. Il miglior modo per usufruire di queste proprietà è quello di mangiarne almeno 1 durante la giornata.

Ne consegue che, le arance:

  • contengono ottime vitamine soprattutto del gruppo C;

  • combattono l’invecchiamento cellulare;

  • combattono i raffreddori e i mal di gola;

  • sono buone, non sono molto caloriche, hanno una buona quantità di fibre che aiutano a regolare il nostro intestino;

  • rafforzano il sistema immunitario;

  • hanno un effetto antistress;

  • sono un lassativo naturale;

  • hanno benefici effetti sulla cellulite perché rinforzano i vasi sanguigni e migliorano la circolazione.

 

ARANCE WashingtonNavel

washingotnavel

L’arancia riberese, varietà Washington Navel, conosciuta anche con il nome “Brasiliano“ è l’unica arancia che gode della Denominazione di origine protetta (D.O.P.), riconoscimento pubblicato con il Regolamento dell’Unione europea del 2011. Appartiene al gruppo delle arance bionde ombelicate, nome dato dal caratteristico ombelico (navel) che si trova nell’estremità inferiore e che rendono questo frutto unico in tutto il mondo in quanto arancia di qualità ottima come frutta e spremuta. I frutti, di forma sferica, leggermente ellittica o ovoidale, presentano un colore arancio e pezzatura media grossa, hanno la polpa fine e soda, senza semi.

  • Il contenuto in succo è intorno al 40%, con equilibrato rapporto tra zuccheri ed acidi che ne caratterizzano l’ottima qualità organolettica. Nei territori di coltivazione riberese si ottengono i migliori risultati in termini qualitativi ed organolettici, infatti l’arancia di Ribera si caratterizza per:
  • Una buona croccantezza e persistenza gustativa, con dissolvenza delle membrane delle vescicole che racchiudono il succo, che la rendono particolarmente indicata per il consumo come frutta fresca;

  • L’elevata “dolcezza”, l’assenza di amaro;

  • Un equilibrio nei sentori degli aromi e dei flavour (agrume, frutta esotica e vaniglia).

 

Arance biologiche

zagara1

 

Le arance biologiche certificate dell’azienda Cosentino Carmela nascono in agrumeti che utilizzano solo fertilizzanti organici, rifiutando, evitano i diserbanti e gli antiparassitari chimici in favore dell’utilizzo dei nemici naturali dei parassiti.
Le arance
bio provengono da un’agricoltura che richiede più tempo e risorse, ma in grado di proteggere la salute e portare sulle nostre tavole un ingrediente certificato e naturale. Una volta raccolte, le arance bio non sono soggette a un’operazione di pulitura tramite detergenti chimici, come la paraffina, ma solo a mano, attraverso l’uso di spazzole. Inoltre. Le arance biologiche presentano Sapore e profumo più intensi, la buccia si può consumare tranquillamente, sapendo che non ha subito trattamenti che potrebbero aver lasciato sostanze nocive, la polpa è matura al punto giusto: questi sono i vantaggi principali del consumare arance biologiche.